News‎ > ‎

Nuove tecniche di allevamento, un corso a Modica organizzato dall'Izs Sicilia

pubblicato 12 nov 2019, 03:51 da Anto Rizzuto
Un corso di formazione per conoscere le moderne tecniche di allevamento al fine di poter garantire il rispetto delle condizioni minime di benessere animale e di igiene zootecnica. Organizzato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia in collaborazione con il comune di Modica, il corso, rivolto agli allevatori della Sicilia orientale, si svolgerà nei giorni 11, 13 e 15 novembre presso il Centro polivalente Frigintini, in piazza Ottaviano a
Modica. In ambito comunitario il benessere degli animali rappresenta uno degli obiettivi prioritari del legislatore. La politica comunitaria inerente tale materia assume un’ulteriore spinta in avanti alla luce della revisione della Politica Agricola Comune (PAC), infatti dal 1° gennaio 2007, tra i criteri obbligatori da rispettare nell’ambito della cosiddetta “condizionalità”,entrano a pieno titolo il benessere animale e i principi di biosicurezza. La tutela del
benessere degli animali allevati può avvenire solo attraverso l’implementazione di un sistema che soddisfi da una parte le aspettative di ordine etico dei cittadini e quindi del legislatore, dall’altra quelle altrettanto legittime di reddito e sviluppo delle aziende zootecniche. In analogia ad altri settori delle produzioni il concetto di autocontrollo con la responsabilizzazione del produttore si è affermato anche nel settore delle produzioni
agricole e zootecniche. Non un autocontrollo regolato dalla nota normativa comunitaria di referenza ma un concetto di produzione e di fare che, alla luce delle mutate esigenze del mercato e dei consumatori, responsabilizza i produttori, semplifica e razionalizza i contatti, garantisce salubrità tracciabilità ed igiene del prodotto nel rispetto del benessere animale. “Nella normativa comunitaria di settore, un ruolo di primo piano è attribuito alla formazione degli allevatori - dice il commissario straordinario dell’Izs Sicilia Salvatore Seminara - e per tali motivi ritengo necessario promuovere i suddetti corsi attraverso i quali si intende perseguire l’obiettivo della formazione degli allevatori affinché questi acquisiscano cognizioni adeguate in materia di benessere animale, in conformità con quanto previsto dalla normativa nazionale e comunitaria vigente. La formazione degli allevatori deve necessariamente coinvolgere le organizzazioni di categoria e tutti gli operatori delle filiere zootecniche. Per tale motivo verranno formati anche i rappresentanti delle stesse organizzazioni – conclude Seminara - con lo scopo di rendere maggiormente forte il legame e le interazioni tra mondo veterinari pubblico, privato e addetti al settore". 
Comments